Selezione Ufficiale

Des hommes

Belgio, Francia 2020 101 min. Lingua: Francese, Arabo Subtitle: INGLESE
Des hommes
Regista
Lucas Belvaux
Nato nel 1961 a Namur, in Belgio, Lucas Belvaux inizia la sua carriera artistica come attore, recitando per registi come Boisset, Losey, Chabrol, Rivette, Assayas, Ferreri, Akerman, Guédiguian. Nel 1991 debutta come regista, con il lungometraggio Parfois trop d’amour. Dopo la commedia Per scherzo!, si afferma con una trilogia i cui tre capitoli (Rincorsa, Una coppia stupenda e Dopo la vita, tutti usciti nel 2002) raccontano gli stessi eventi con gli stessi personaggi (di volta in volta protagonisti o marginali) da punti di vista diversi e con generi diversi (noir, commedia, mélo). In seguito ha diretto, fra gli altri, La ragione del più debole, 38 testimoni, Sarà il mio tipo?, A casa nostra.

Attenzione: “la prenotazione è attiva SOLO a partire dalle 48 ore precedenti l’evento stesso”

Per prenotare cliccare sul pulsante "Prenota"

Proiezioni
My Cityplex Europa
21/10/2020 21:30
Acquista
12Pub Acc

My Cityplex Savoy Sala 2
22/10/2020 17:30
Acquista
10Pub Acc

Film Sinossi
Borgogna, in Francia, nel 2003. Solange ha riunito tutta la sua grande famiglia, amici e colleghi, in occasione del suo sessantesimo compleanno, ma i festeggiamenti vengono bruscamente interrotti dall’inatteso arrivo del tormentato e squattrinato fratello di Solange, Feu-de-Bois, che dà in escandescenze e si scaglia contro Saïd, l’unico nordafricano presente, con una violenza che ha radici profonde, nascoste nei silenzi, nella sofferenza repressa, nei penosi rimorsi, nei dolorosi fantasmi del passato, nelle ferite ancora aperte, nelle storie taciute – ma pronte ora a riemergere in una sola notte – di una generazione segnata in gioventù, cinquant’anni prima, dalla guerra d’Algeria.

NOTE DI REGIA Questo non è un film sulla guerra d’Algeria. Non è un film sui reduci di quella guerra. Non è neanche un film sui reduci di tutte le guerre, come avevo pensato all’inizio. Non è un film sul disturbo da stress post-traumatico. Anche se potrebbe esserlo. Nonostante lo sembri. Nonostante sia anche tutte queste cose. Questo è un film sui ricordi. Sulla memoria. Quella collettiva. Quella condivisa. Quella ufficiale. Insegnata e documentata dai vincitori. Quella costruita. Quella che forgia le storie e la Storia di una nazione. E poi quella privata, silenziosa, nascosta, inaccettabile, repressa. Quella che prima o poi ritorna sempre, come uno schiaffo in faccia a chi ha fatto la Storia. E ai loro discendenti. Come una maledizione. La memoria non conosce la sequenza dei tempi. Un film con un filo spezzato, frammentato dai lampi di luce dei ricordi che bucano l’oscurità del presente. Un racconto frammentato. Frantumato. Slogato. Amputato come un arto. Dolori fantasma. La memoria come un libro che non ci si può sempre rifiutare di aprire o di leggere. La memoria come una marea, il suo flusso e riflusso. Movimenti contraddittori. Un film per far capire tutto questo. Per far capire quei movimenti.
Cast and Crew
Lucas Belvaux
Lucas Belvaux (dal romanzo “Degli uomini” di / based on the novel ‘The Wound’ by Laurent Mauvignier)
Guillaume Deffontaines
Ludo Troch
Frédérique Belvaux
Dorothée Guiraud
Nicolas Waschkowski, Béatrice Wick, Agnès Ravez, Luc Thomas
David Frenkel, Patrick Quinet
Synecdoche, Artémis Productions
France 3 Cinéma, RTBF (Radio Télévision Belge Francophone), VOO Be tv, Shelter Productions
The Party Film Sales, Wild Bunch International
Gérard Depardieu, Catherine Frot, Jean-Pierre Darroussin, Yoann Zimmer, Félix Kysyl, Édouard Sulpice