Selezione Ufficiale

An Impossibly Small Object

Taiwan, Olanda, Croazia 2018 100 min. Lingua: Cinese, Olandese, Inglese Subtitle: Inglese
An Impossibly Small Object
Regista
David Verbeek
Nato ad Amsterdam, David Verbeek ha studiato regia alla Film Academy di Amsterdam. Durante i suoi studi ha diretto Beat (2004), selezionato al Festival di Rotterdam. A partire dal 2007, Verbeek ha lavorato soprattutto a Taiwan e in Cina, dove ha diretto Shanghai Trance (2007) e R U There (2009), selezionato a Cannes nella sezione Un Certain Regard. Nel 2015, Full Contact è stato presentato al Festival di Toronto nella sezione Platform, selezionato dalla Festa del Cinema di Roma e dai Festival di Tokyo e Chicago. Verbeek attualmente vive a Shanghai, dove è attivo anche come videoartista e fotografo.

Attenzione: “la prenotazione è attiva SOLO a partire dalle 48 ore precedenti l’evento stesso”

Per prenotare cliccare sul pulsante "Prenota"

Proiezioni
Auditorium Teatro Studio G. Borgna SALA SIAE
21/10/2018 17:00

My Cityplex Savoy
23/10/2018 15:30

MAXXI
23/10/2018 19:30

Film Sinossi
Una notte, un fotografo olandese scatta una foto a una bambina che gioca con l’aquilone in un parcheggio di Taipei. La foto ci conduce nella vita della bimba, che ha 8 anni e sta per perdere il suo migliore amico, in procinto di trasferirsi in America. Tornato in Olanda, il fotografo si ritrova immerso nella sua immutabile solitudine. La foto della bambina gli riporta alla mente gli anni dell’infanzia, quando sentiva di avere ancora, da qualche parte, un posto nel mondo.

NOTE DI REGIA Il cinema è l’arte dell’immagine in movimento. Questo film usa l’immagine in movimento per esprimere qualcosa sull’arte dell’immagine fissa. Un film sull’atto del fotografare. L’immagine in movimento aggiunge all’immagine fissa l’illusione del movimento. Il tempo, e la sua alterazione, è ciò che questo film esplora in una danza tra due personaggi. Cosa significa catturare la vita di un’altra persona in un certo momento? È la prova di qualcosa, la prova dell’esistenza? E l’esistenza di chi? Della persona fotografata? Ma sicuramente anche dell’esistenza del fotografo. Il fatto è: nel momento in cui un fotografo scatta una foto, crea una relazione con il soggetto.
Il concetto del film è l’esplorazione di questa relazione. Osservare qualcun altro equivale a condividere un momento qui e ora, condividere in qualche modo l’esistenza per il tempo dell’osservazione. Catturare quella osservazione in una fotografia crea un’entità separata che si riferisce per sempre a quel momento. La mente dell’osservatore all’improvviso ha tutto il tempo per riflettere sul soggetto, e ciò avviene perché l’immaginazione non ha limiti. Cosa immagina il fotografo sul soggetto, quando riflette sulla sua foto? Chi è diventata quella bambina nella sua testa? Cosa gli ricorda della propria vita? La foto mostra qualcosa sull’identità della bambina o in realtà svela qualcosa in più su quella del fotografo?
Cast and Crew
David Verbeek
David Verbeek
Morgan Knibbe
Luna Lee
Klara Mucci
Taco Drijfhout
Taco Drijfhout
Patrick Mao Huang
Siniša Juričić, Leontine Petit
Flash Forward Entertainment
Nukleus Film, JDP Croatia, Lemming Film
Flash Forward Entertainment
Lucia, Chung Chen-Hung, David Verbeek, Klara Mucci, Lisa Lu